iniziative

A servizio di una causa: il problema dei trasporti ferroviari in Lombardia

Sabato 16 novembre 2019, l’Associazione Passione per Cremona ha incontrato esponenti del Comitato Pendolari linea Mantova-Cremona-Milano InOrario e alcuni cittadini – studenti e lavoratori – interessati al problema dei trasporti ferroviari lombardi, particolarmente gravi nel sud dalla regione. La situazione di disagio dovuta a disservizi diventa ogni giorno più pesante.

In seguito all’elaborazione dei dati quotidiani del sistema MyLink di Trenord, nel corso del mese di novembre sono state calcolate oltre cento ore di ritardo sulla linea ferroviaria Mantova-Cremona-Milano. Numeri impressionanti, un quadro preciso della sconcertante inefficienza raggiunta su una linea frequentata ogni giorno da migliaia di pendolari, che ormai quotidianamente arrivano al lavoro in ritardo.

I ritardi giornalieri ammontano a sessanta, settanta minuti su linee quali Fidenza-Cremona, Cremona-Brescia e l’ormai citata Mantova-Cremona-Milano e ritorno. Spesso i treni vengono anche soppressi per guasti, senza talora adeguato preavviso agli utenti, che devono quindi arrangiarsi – molti sono in seguito costretti a chiedere giorni o ore di permesso oppure ferie, in numerosi casi già esauriti – o utilizzare mezzi alternativi messi a disposizione all’ultimo momento e spesso trovati ormai stipati.

Non si tratta di casi eccezionali, è bensì la realtà quotidiana. Gli utenti maggiormente colpiti sono lavoratori e studenti che si alzano molto presto al mattino per essere in stazione alle 7.30: a quell’ora dovrebbe transitare il convoglio diretto a Milano, il più utilizzato dai pendolari cremonesi.

La situazione è davvero insostenibile.

Assieme ai pendolari, contro una gestione millantata come buona da Regione Lombardia per voce dell’assessore Claudia Maria Terzi (Lega), la nostra associazione ha in programma appuntamenti futuri, si prepara per un piano d’interventi e proposte in sinergia con altre realtà associative estendendo gli incontri a tutti i cittadini cremonesi coinvolti direttamente o indirettamente: viaggiatori occasionali, commercianti, ristoratori, comparto turistico, amministrazioni locali.

Nella riunione del 16 novembre, sono emerse proposte che abbiamo inviato all’amministrazione comunale cremonese non perché sia responsabile – la competenza sui trasporti è regionale – ma affinché possa intervenire fattivamente in nome e per nome della città. L’Associazione Passione per Cremona si è costituita anche per essere un intermediario tra cittadini e istituzioni e lo spirito costruttivo ne è il motore.

Ecco i punti discussi e inoltrati agli enti preposti.

 

Lascia un tuo pensiero, se vuoi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.